Lo sai che a Milano c’è la Pinacoteca di Brera?

Sorta al termine del '700, la Pinacoteca di Brera è una galleria di capolavori pittorici, come il Bacio di Hayez e il Cristo morto di Mantegna. E non solo

Il laboratorio di restauro nella Pinacoteca di Brera

Ok, questa era facile dai. La Pinacoteca di Brera è una delle realtà museali più note a livello nazionale. Collocata nel cuore del bel quartiere di Brera, l’omonimo palazzo ha una superficie complessiva di 24.000 metri quadrati ed ospita anche la Biblioteca nazionale Braidense, l’osservatorio di Brera, l’Orto Botanico, l’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere e l’Accademia di Belle Arti. La fondazione dell’Accademia di Belle Arti risale al 1776 su decreto di Maria Teresa d’Austria. La nascita della pinacoteca, parallela a quella di altre grandi gallerie in Italia, fu a cavallo fra XVIII e XIX secolo, quando si decise di realizzare delle pinacoteche per l’opere d’arte che non furono spedite al Louvre di Parigi.

Oggi la Pinacoteca è presieduta dal direttore James Bradburne e può contare su un allestimento curato, in parte, anche dal regista Ermanno Olmi, che ha ricollocato opere come Il Cristo morto di Mantegna e la Pietà di Giovanni Bellini.

Pinacoteca di Brera con statua a NapoleonePinacoteca di Brera con statua a Napoleone

Una galleria di capolavori

Aperta tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 8.30 alle 19.15 (la biglietteria chiude mezz’ora prima), recentemente la Pinacoteca di Brera è stata promossa da alcune iniziative come Brera di sera, che permette di visitarla in determinate occasioni anche in orario serale, al prezzo occasione di 2 €. La galleria comprende quasi esclusivamente dipinti, con un focus sulla pittura veneta e lombarda. Di vero interesse fin dall’ingresso nel suo bellissimo palazzo, con un portico su due piani e la statua del Napoleone progettata da Canova al centro, comprende alcuni capolavori. Fra questi, sicuramente il Bacio di Hayez, il Cristo morto di Mantegna, cicli di affreschi di Bernardino Luini e dipinti di Bellini.

Il laboratorio di restauro nella Pinacoteca di Brera

Il laboratorio di restauro nella Pinacoteca di Brera

Altri tesori del palazzo di Brera

La pinacoteca non è l’unico gioiellino all’interno del Palazzo di Brera. La Biblioteca nazionale Braidense, per esempio, è una meraviglia del XVIII secolo e fa parte del sistema museale della pinacoteca. Nacque su impulso di Maria Teresa d’Austria per dotare la città di una biblioteca aperta come fonte di conoscenza. Esisteva già la Biblioteca Ambrosiana che però era dedicata più ai manoscritti che alla carta stampata ed era ritenuta poco adatta allo scopo. Il termine Braidense viene da braida, ossia erbaccia selvatica: all’epoca infatti Brera era circondata da campi. Vedere la biblioteca oggi è un autentico spettacolo, vi sembrerà di essere in un film fantasy.

Biblioteca Nazionale Braidense

Biblioteca Nazionale Braidense

Recentemente tornati a stuzzicare le fantasie dei visitatori, dopo alcuni anni in cui erano passati inosservati, sono inoltre l’orto botanico e l’osservatorio astronomico. L’orto botanico, 5000 mq con 300 specie diverse, risale al 1774 e dal 1998 è aperto al pubblico, grazie all’opera di valorizzazione dell’Università Statale di Milano. Oggi è un affascinante cornice di verde affiancata all’osservatorio, fra il palazzo di Brera e palazzo Citterio. Un luogo magico, una parentesi inaspettata nella città. Comprende anche una serra attribuita a Giuseppe Piermarini. Perdetevi tra le  sue specie vegetali e fatevi conquistare dal romanticismo del luogo.

Una passeggiata per concludere

Se avete appena finito di visitare la Pinacoteca di Brera e siete in cerca di nuove idee, una passeggiata nel quartiere di Brera fa al caso vostro: potete perdervi nei suoi vicoli, bere un autentico spritz veneziano da Tramè, deliziarvi con i cupcake da Di viole di liquirizia o farvi leggere il futuro dalle cartomanti. Se vi è piaciuto questo articolo e volete riceverne altri, potete iscrivervi alla nostra newsletter: genera felicità! Una volta alla settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: